Concentratori di ossigeno

Utili per terapie a lungo termine per pazienti allettati o impossibilitati all’attività extradomestica. Il concentratore tratta l’aria ambiente e, attraverso un processo meccanico e chimico di separazione con setacci molecolari, scinde l’azoto dall’ossigeno, trattenendo il primo e rilasciando ossigeno gassoso. L’energia necessaria per questo processo viene fornita dalla rete elettrica di casa.
L’ossigeno viene assunto dal paziente mediante cannule nasali, maschere, cateteri transtracheali, tutti articoli prodotti in materiale ben tollerato.
Sono forniti anche sistemi di umidificazione differenziati  per pazienti ad alto e a basso flusso.